Piattaforma Partecipativa

Piazza Sant'Antonio

Il progetto di Piazza S. Antonio si è posto l’obiettivo di riqualificare e rigenerare l’ultima piazza storica della città, dopo le esperienze avviate, a partire dagli anni ’90, con Piazza Unità d’Italia.

Il progetto, come dimostra anche questo dibattito pubblico su di una piattaforma on line, ha cercato di valorizzare le precedenti esperienze e di intervenire su di uno spazio fisico che è un importante luogo della città e uno snodo di comunità. Uno dei punti più suggestivi e iconici del paesaggio urbano.

L’iniziativa si collega anche ad altre progettazioni volte a dare un volto diverso a spazi della città ancora irrisolti come, per es., Casa Francol, in area ex Urban, Roiano, o il Magazzino 26 in Porto Vecchio, per il quale è in corso la gara per la progettazione del Museo del mare, o il nuovo ingresso in Porto Vecchio, con la creazione di un parco lineare che si serve del verde per dare qualità al paesaggio, o l’ Urban Center per le Imprese, in Corso Cavour.

Tutte iniziative che sono accomunate dal fatto di non essere solo progetti di maquillage ma di costituire occasione per riattivare un pensiero nuovo sulla città e sui suoi spazi, e per avviare con nuovi utilizzi esperienze di rigenerazione urbana.

Il committente pubblico raccogliendo gli spunti e i suggerimenti degli Amministratori e rielaborandoli con quanto è emerso nel corso degli ultimi anni con le iniziative che hanno interessato la piazza, non ultimo il concorso di idee del 2016, ha chiesto al progettista di produrre un elaborato che facesse parlare le “quinte” della piazza e che, dando valore agli spazi, ripulisse quel luogo da manufatti privi di utilità o di valore estetico.

E’ stata pertanto prodotta dal professionista incaricato una seria di ipotesi, che è stata sottoposta al vaglio degli Amministratori e della Circoscrizione interessata, accompagnata con letteratura su piazze europee con caratteristiche similari.

Quattro ipotesi vengono ora sottoposte a dibattito pubblico, uno strumento inedito offerto dal Codice degli Appalti.

La Stazione Appaltante farà tesoro dei suggerimenti dei cittadini e che perverranno sulla piattaforma, riservandosi certo il compito, e la responsabilità, di proporre agli Amministratori il progetto definitivo da realizzare.